In uscita in questi giorni per Arkadia Tutto quello che sai sulla Sardegna è falso, sintesi di riflessioni e tesi discusse nel corso degli ultimi anni anche in questo blog. Luoghi comuni, nozioni storiche, elementi mitologici della nostra identificazione collettiva, temi politici e culturali sono enumerati e riletti in modo critico, nel tentativo di metterne a nudo l’ispirazione ideologica e le connessioni pratiche.

Non un saggio accademico, però. Niente che non possa essere letto e compreso da un lettore non specialista. La forma che ho scelto di dare al testo è articolata secondo voci autoconclusive, a mo’ di dizionario enciclopedico. Il tono per lo più è pamphlettistico, o da blog, in certi casi più discorsivo, in altri più assertivo, in altri ancora più argomentativo, a seconda del tema e dello spirito con cui la voce è stata concepita. Non nego una certa dose di provocazione, ma solo quanto basta e non fine a se stessa, almeno negli intendimenti. Si comincia con Acabadora e si finisce con Zone Interne.

Nelle 180 pagine circa che costituiscono il libro, c’è spazio per una sintetica cronologia storica, relativa da un lato alla Sardegna e alle sue vicende nel corso dei secoli, dall’altro agli accadimenti e ai processi sviluppatisi in ambito europeo e mediterraneo. Le due cronologie scorrono una a fianco all’altra, in modo da offrire una connessione anche visiva, immediata, tra i fatti sardi e il contesto generale in cui erano inseriti.

Una bibliografia di riferimento fornisce l’opportunità di verificare la fondatezza di tesi e argomentazioni, nonché – se lo si desidera – di approfondire alcuni dei concetti evocati.

La prefazione è di Michela Murgia, con la quale presenteremo il libro in anteprima al Salone del libro di Torino, il 19 maggio prossimo, alle ore 16.00, presso lo stand di Liberos.

Licenza Creative Commons


Commenti



7 Commenti

  1.    Giuseppe Mulas on 10 Maggio 2013 09:07

    Non manchero’ di acquistarlo e leggerlo, spero che lo faranno in molti, lo spero per loro !
    In bocca al lupo !
    Giuseppe.

  2.    mauro on 18 Maggio 2013 12:42

    Bravo Omar, ho dato una scorsa veloce, ma bravo! Ce l’hai fatta! E la copertina mi piace davvero! E poi iniziare con una presentazione di Michela Murgia al Salone del Libro di Torino…che volevo dirti? ah, bravo!
    Non leggerci dell’ironia, i complimenti sono sinceri!
    mauro nicolodi

  3.    Omar Onnis on 18 Maggio 2013 14:57

    Grazie Mauro. :-)
    Ne parliamo di persona.

  4.    giancarlo delrio on 21 Maggio 2013 12:12

    mi piacerebbe avere la possibilità di acquistare e leggere il libro qui a Londra dove vivo e la comunità sarda è molto ampia.
    mi occupo di promozione e comunicazione , sarebbe interessante avere magari una presentazione con l’autore al’italian book store , e ancora meglio poterlo comprare anche in formato e-book.
    complimenti.

    Giancarlo

  5.    Omar Onnis on 21 Maggio 2013 13:08

    Grazie per i complimenti.
    È già disponibile il formato e-book: c’è il link per scaricarlo sul sito di Arkadia.
    Di una presentazione londinese ne sto parlando con alcuni contatti del Giudicato sardo di Londra, per settembre o comunque per l’autunno. Vedremo in queste settimane se l’idea riesce a concretizzarsi.

  6.    Giancarlo Onnis on 3 Giugno 2013 15:12

    Buon pomeriggio, sarei interessato a promuovere una presentazione del libro nella mia città: Savona. Sono il presidente dei circolo locale dei sardi da pochi mesi, ho fondato e diretto per più di dieci anni un Centro di educazione ambientale delle rete ligure e dallo scorso settembre sono all’Isrec (Istituto storico della Residtenza e dell’età contemporenea) in qualità di ricercatore/bibliotecario…sempre in qualità di dipendente comunale. Vorrei che si andasse al di fuori dei soliti luoghi comuni sulla Sardegna che imprigionano molti e chi, come me, è sardo per parte di padre. La Sardegna non è solo “gastronomia tipica”…..riusciamo a sentirci per concordare qualche cosa in autunno? magari convolgendo i circoli di Genova e La spezia per altre due presentazioni (oltre la nostra)? grazie mille!
    Giancarlo Onnis

  7.    Omar Onnis on 3 Giugno 2013 16:11

    Volentieri, Giancarlo.
    Prendo il numero di telefono e lo rimuovo. Possiamo sentirci in privato.
    Sono anche su Facebook e su Tweeter, comunque.
    Grazie e a presto.

Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio)

Sito web

Speak your mind

Codice di sicurezza: